NUOVO CORSO: Viaggio nella Meditazione incontrando l’energia delle Pietre e dei Cristalli

10 Ottobre 2014 0 Di puntoacapo

Questo articolo è stato già letto 1859 volte!

Antonella D'Amore

Antonella D’Amore

Ospitiamo quest’anno un nuovo corso a cura di Antonella D’Amore. Si tratta del Corso di Meditazioni Dinamiche con cenni di Cristalloterapia.

Vi spiega meglio la stessa Antonella di cosa si tratta: “La meditazione è uno stato di quiete interiore, sei in meditazione se sei presente a te stesso.

Oggi viviamo in uno spazio di frenesia e stress tale da non renderci più conto delle cose veramente importanti della vita. A volte facciamo e diciamo cose, che non vorremmo ne dire ne fare, perché presi dal senso del dovere e dalle imposizioni derivate dall’educazione, la scuola, la società.

Lo scopo di questo corso è di imparare a riconoscere e lasciare andare lo stress e tutte le limitazioni che ci imponiamo per scarsa fiducia e autostima, attraverso la pratica delle tecniche di meditazione dinamiche, impareremo ad ascoltare e sentire le nostre emozioni e i messaggi che il nostro corpo ci manda attraverso il dolore fisico. Impareremo a fermare il corso dei pensieri o a lasciarli fluire. Conosceremo i centri energetici (Chakra), che ci permettono di interagire con l’esterno e approfondiremo la comunicazione energetica.”

In questo percorso incontreremo le pietre e i cristalli, che ci sosterranno con la loro carica energetica nei nostri intenti aiutandoci a riconoscere ed amare la nostra umanità!

Le tecniche di meditazione sono state create dal maestro illuminato Osho Rajneesh e da alcuni suoi discepoli per aiutare gli occidentali che non hanno molta dimestichezza con la meditazione tradizionale.

Per info e prescrizioni al corso scriveteci alla mail corsi@puntoacapo.info oppure chiamate allo 06 93801036 dal lunedì al giovedì dalle 17.30 alle 19.30 oppure al 392 8349631.

Il corso partirà con minimo 4 partecipanti.

Cos’è la Cristalloterapia?

La Cristalloterapia è un’antica metodologia naturale che mira ad armonizzare e mantenere il benessere fisico, mentale e spirituale attraverso l’uso di pietre preziose e cristalli. Questi ultimi, infatti, sono in grado di emanare energie purificatrici, assorbibili dal corpo umano.

Nell’universo, tutto ciò che siamo in grado di vedere e di toccare è composto di materia/energia, ma anche tutto ciò che non è visibile all’occhio umano è energia più o meno consistente. Esseri umani, animali, piante, minerali, allo stato solido, liquido o gassoso sono forme viventi che vibrano e si nutrono di energia e mutano in continuazione, proprio grazie all’azione vibrazionale alla quale sono continuamente sottoposte.

In particolare i minerali costituiscono il maggior componente sia sul nostro pianeta che in tutto l’universo, e sono indispensabili alla sopravvivenza di tutto l’ecosistema. Fin dai tempi più antichi popoli che hanno abitato le varie parti della terra sono stati in grado di sfruttare l’energia emessa da pietre e cristalli per ottenere guarigioni e soprattutto per migliorare lo stato fisico, emozionale, mentale e spirituale degli organismi viventi.

I minerali sono straordinarie strutture armoniche create dalla natura, capaci di riordinare, proprio secondo la personale struttura, qualsiasi forma di energia che gli passi attraverso. Le pietre e i cristalli assorbono ed emettono energia che cambia a seconda della loro forma, dei componenti chimici, del colore.

Cos’è la Meditazione Dinamica di Osho?

“Per ciò che concerne l’’uomo moderno, io insisto sul fatto che deve praticare meditazioni attive, non silenziose. E questo perché la tua energia ha bisogno di essere espressa, necessità una catarsi. Hai una quantità di energia impressionante e nessuna azione con cui esprimerla…lasciala fluire! Attraverso l’’azione ti fondi nell’’esistenza. E quando l’’energia se ne sarà andata e ti rilasserai, allora sarai in silenzio: trova uno spazio tranquillo nello stagno, e rilassati lì”.

Questa è una meditazione in cui devi essere sempre sveglio, consapevole, cosciente. Qualsiasi cosa tu faccia, resta un osservatore. Non perderti. Mentre respiri potresti dimenticare. Potresti diventare tutt’uno con il respiro a tal punto da dimenticarti l’osservatore. Ma allora hai perso l’occasione.
Respira il più velocemente possibile, il più profondamente possibile; mettici tutta la tua energia eppure rimani ancora un osservatore. Osserva ciò che accade come se tu fossi solo uno spettatore, come se tutto stesse accadendo a qualcun altro, come se tutto stesse accadendo nel corpo mentre la consapevolezza osserva e rimane centrata.
Questo osservare deve continuare in tutti e tre i primi stadi. E, quando tutto si ferma, e nel quarto stadio sei diventato assolutamente inattivo, come ghiacciato, allora questa consapevolezza arriverà al culmine.
Osho